Hyundai Motor, Rotem svilupperà il tram a idrogeno entro il 2020

Hyundai Motor, Rotem svilupperà il tram a idrogeno entro il 2020

La più grande casa automobilistica della Corea del Sud, Hyundai Motor, e il suo braccio locomotivo, Hyundai Rotem, sono destinati a sviluppare un tram a idrogeno entro il 2020, che sarà il primo del suo genere nella nazione. Lunedì scorso, Hyundai Rotem ha dichiarato che le due società hanno accettato di collaborare allo sviluppo di un treno alimentato a idrogeno. Hyundai Motor prevede di installare pile di celle a combustibile a idrogeno su treni sviluppati e fabbricati da Hyundai Rotem, che costruirà anche l’interfaccia di sistema da installare tra vagoni ferroviari. Progettano di sviluppare un treno a idrogeno in grado di viaggiare fino a 200 chilometri per singola carica ad una velocità massima di 70 chilometri all’ora. La produzione del prototipo sarà completata entro il 2020. L’annuncio del progetto congiunto arriva dopo che il presidente Moon Jae – si è incontrato a gennaio con il leader di fatto di Hyundai Motor Group, Chung Eui-sun, a Ulsan, sede delle industrie automobilistiche dell’azienda. Lì, Moon ha ribadito la forte volontà del governo di rendere la nazione il numero 1 globale nel mercato delle auto a idrogeno e delle celle a combustibile entro il 2030. Un treno alimentato a idrogeno, che funziona convertendo l’idrogeno in elettricità, è eco-compatibile in quanto non emette sostanze inquinanti. Risparmia anche sui costi senza richiedere l’infrastruttura di alimentazione e la manutenzione. Hyundai Motor è leader nei veicoli a idrogeno. Il suo ultimo FCEV, Nexo, può percorrere 609 chilometri con una singola carica, la più lunga al mondo per un’auto verde, ad una velocità di 180 chilometri all’ora. Ha anche lanciato autobus a idrogeno, che percorrono 440 chilometri con una singola carica a una velocità di 103 chilometri all’ora. Hyundai Rotem prevede di sviluppare ulteriormente tram e locomotive a idrogeno in futuro in collaborazione con Hyundai Motor. Separatamente, un progetto statale per lo sviluppo di un treno a idrogeno è in corso in Corea. L’istituto statale di ricerca ferroviario della Corea ha avviato un progetto per la costruzione del treno nell’aprile 2018 con un investimento di 22 miliardi di won (18 milioni di dollari) in collaborazione con il ministero del territorio, delle infrastrutture e dei trasporti.

Entro il dicembre 2022, l’Istituto di ricerca della ferrovia della Corea mira a sviluppare un treno in grado di percorrere più di 600 chilometri con una sola carica a una velocità di oltre 110 chilometri, insieme al costruttore di treni locale Woojin Industrial Systems. Nonostante gli sforzi in atto sia nel settore privato che in quello pubblico, le sfide rimangono. “La realtà è che non ci sono precedenti per lo sviluppo e il funzionamento di treni alimentati a idrogeno. Non ci sono ancora standard tecnologici, sistemi, leggi ed esperienza in manutenzione e ingegneria “, ha affermato Chung Chung-rae, capo della divisione tecnologica della Korea Railroad Corp. Una strategia nazionale per rilanciare il settore è necessaria, ha aggiunto. A livello globale, molte nazioni, tra cui Giappone, Cina e Stati Uniti, stanno accelerando gli sforzi per sviluppare tecnologie e commercializzare treni alimentati a idrogeno. Nel 2015, la Cina ha lanciato un tram a idrogeno, il primo del suo genere al mondo. Nel 2018, la compagnia di trasporti ferroviaria francese Alstom ha sviluppato per la prima volta al mondo un treno a idrogeno. È attualmente operativo in Germania. Secondo un rapporto pubblicato dalla società di consulenza McKinsey & Co. nel 2017, l’energia dell’idrogeno creerà un valore aggiunto di circa 2,5 trilioni di dollari e genererà 30 milioni di nuovi posti di lavoro entro il 2050.

Fonte: The Korea Herald



EFC19 - European Fuel Cell - Naples December 9-11, 2019
close
X