Horizon Europe: si va verso la finalizzazione dei programmi di lavoro

Horizon Europe: si va verso la finalizzazione dei programmi di lavoro

Horizon Europe: si va verso la finalizzazione dei programmi di lavoro

 

La Commissione europea ha annunciato l’inizio del prossimo programma di ricerca e innovazione, Horizon Europe, ma ha ricevuto alcune critiche per il fatto che ci vorranno mesi prima che le risorse possano essere utilizzate e che vengano definiti gli ultimi dettagli pratici da mettere a punto.

La Commissione sta pianificando di lanciare nello stesso periodo i programmi di lavoro ufficiali e i primi inviti a presentare proposte, ma devono essere completati ancora molti passi amministrativi e legali prima che il budget da 95.5 miliardi di euro possa essere a disposizione di ricercatori e innovatori di tutta l’UE.

Secondo la Gabriel, il bilancio della ricerca dell’UE-27 è stato aumentato del 30% rispetto al programma precedente, Horizon 2020. Tuttavia, il bilancio di 95.5 miliardi di euro è calcolato a prezzi correnti, corretti per l’inflazione, e comprende un top-up di 5 miliardi di euro che proviene dal fondo per il recupero dalle pandemie che copre solo aree specifiche e per un periodo di tempo limitato. In termini reali, il budget finale di Horizon Europe è molto vicino ai livelli di finanziamento del suo predecessore se si tiene conto anche del contributo del Regno Unito al budget di Horizon 2020.

I deputati sostengono quindi che i bandi di finanziamento debbano iniziare il più presto possibile e che la Commissione non dovrebbe aspettare la pubblicazione di tutti i testi normativi definitivi nella Gazzetta ufficiale dell’UE, in modo che il programma sia avviato il prima possibile e nel modo più inclusivo possibile, per non ritardare l’inizio dei progetti e non lasciare indietro nessuna regione europea.

L’attuale Commissario europeo per l’innovazione, la ricerca, la cultura, l’istruzione e la gioventù, Mariya Gabriel, il 2 febbraio
ha lanciato formalmente il nuovo programma Horizon Europe, sollecitando il Consiglio europeo e il Parlamento a concludere i loro negoziati sugli ultimi dettagli il più presto possibile e chiedendo alla presidenza portoghese del Consiglio di accelerare gli accordi. Sotto la guida della presidenza tedesca del Consiglio, i politici avevano raggiunto un accordo lo scorso dicembre sul quadro giuridico di Horizon Europe, ma occorre attendere fino ad aprile per avere gli ultimi dettagli.

Con un budget di 95.5 miliardi di euro e una serie di nuovi strumenti, Horizon Europe può essere definito il programma di ricerca e innovazione più imponente del mondo.

In linea con Horizon 2020, anche il nuovo programma europeo continuerà a sostenere fortemente la ricerca di frontiera attraverso il Consiglio europeo della ricerca (ERC), attirerà più giovani verso una carriera nella ricerca attraverso la Marie Sklodowska-Curie Actions (MSCA) e investirà in infrastrutture di ricerca di livello mondiale. Sia l’ERC che l’MSCA aiuteranno l’Europa ad attrarre ricercatori di talento da tutto il mondo.

Attraverso sei cluster incentrati sull’intero spettro delle sfide globali, Horizon Europe promuoverà inoltre la creazione di nuove conoscenze e innovazioni rivoluzionarie in settori quali salute, clima, digitale, energia e mobilità, alimentazione, agricoltura e biodiversità, cultura e creatività, sicurezza civile, industria e spazio. Una importante novità del programma sarà l’utilizzo del pieno potenziale di ricerca e innovazione nei settori culturali e creativi. Per preservare e promuovere la ricchezza culturale dell’Europa, si prevede infatti la creazione di uno spazio di collaborazione digitale del patrimonio culturale (Cultural Heritage Digital Collaboration Space).

Le missioni del programma si concentreranno su obiettivi ambiziosi, limitati nel tempo e raggiungibili per realizzare obiettivi europei condivisi, come salvare tre milioni di vite in più dal cancro entro il 2030, avere 100 città climaticamente neutrali, oceani, mari e acque interne sani, suoli e cibo sani, e regioni resilienti al cambiamento climatico. Inoltre, un approccio strategico ai partenariati europei con il settore pubblico e privato migliorerà il loro allineamento con gli investimenti degli Stati membri e dell’industria, coprendo aree strategiche come energia, trasporti, biodiversità, salute, cibo, circolarità.

Infine, il programma include per la prima volta un nuovo pilastro di azioni a sostegno delle innovazioni rivoluzionarie. Il Consiglio europeo dell’innovazione fornirà sostegno alle innovazioni più avanzate per collocarle sul mercato. Aiuterà a sviluppare il panorama generale dell’innovazione europea in sinergia con l’Istituto europeo di innovazione e tecnologia, che promuove l’integrazione del triangolo della conoscenza di istruzione, ricerca e innovazione.



EFC21 - European Fuel Cell - Naples December 2021
close