Crisi energetica, dalla Regione Campania 58 milioni di euro alle imprese manifatturiere

Crisi energetica, dalla Regione Campania 58 milioni di euro alle imprese manifatturiere

La Regione Campania, con l’obiettivo di sostenere le imprese manifatturiere campane attualmente alle prese con le difficoltà finanziarie legate alla recente crisi energetica, mette in campo una dotazione finanziaria iniziale di € 58.000.000,00. Si tratta di una procedura comparativa volta a dare priorità quelle aziende che hanno subito una maggiore incidenza percentuale dell’aumento del costo dell’energia nel periodo successivo al 1° febbraio 2022, a cui può essere corrisposto un contributo massimo di € 20.000,00.

L’avviso rientra nell’ambito Piano Operativo Complementare 2014-2020, Quadro temporaneo di crisi per misure di aiuto di stato a sostegno dell’aggressione della Russia contro l’Ucraina, ed è stato approvato con il Decreto dirigenziale n. 869 del 3/10/2022, pubblicato sul BURC n. 82 del 3/10/2022.

E’ possibile presentare domanda di contributo a partire d dalle ore 12:00 del 4 novembre 2022 e fino alle ore 12:00 del 18 novembre 2022.

Possono presentare le istanze per l’accesso ai finanziamenti le imprese che, al momento della presentazione delle domande, hanno una sede operativa in Campania, sono registrate ed attive presso il Registro Imprese competente per territorio ed hanno dichiarato in visura un codice ATECO primario e/o prevalente compreso tra quelli riportati nella “Sezione C – Attività Manifatturiere”, con le eccezioni previste alla nota 4 all’Allegato II del Reg. UE 964/2014.

La sede operativa per la quale si chiede l’agevolazione deve essere registrata presso il registro imprese in data antecedente al 1° febbraio 2021.

Tra i requisiti, occorre non avere iscrizioni presso il registro imprese competente per territorio, come da visura camerale, in merito allo stato di scioglimento o liquidazione o sottoposte a procedure di fallimento o di concordato preventivo, liquidazione coatta amministrativa o volontaria e amministrazione controllata o straordinaria; inoltre occorre avere una situazione di regolarità contributiva (DURC in regola).

L’aiuto è calcolato nella percentuale del 30% sull’aumento (rispetto alle tariffe 2021) del costo energetico (gas/elettricità o entrambi) riferito al periodo che va dal 1° febbraio 2022 alla data dell’ultima fattura di fornitura disponibile. L’aiuto viene concesso unicamente alle imprese che hanno registrato un aumento dei costi energetici di almeno € 5.000,00. L’importo massimo di aiuto concedibile ammonta ad € 20.000,00 per impresa.

Per accedere alle agevolazioni previste dal presente Avviso, i richiedenti devono presentare apposita Domanda di Agevolazione, esclusivamente in modalità telematica, pena l’esclusione, mediante la piattaforma accessibile al seguente link: https://sportelloincentivi.regione.campania.it e redatta secondo il formulario che viene reso disponibile sulla piattaforma medesima, entro 7 giorni dall’apertura della procedura, in coerenza con i contenuti riportati nell’allegato B dell’Avviso.

Info, dettagli e documenti:

https://www.regione.campania.it/it/printable/aiuti-alle-imprese-per-i-maggiori-costi-legati-alla-crisi-energetica