Mobilità, l’impegno europeo: duemila bus a zero emissioni entro il 2019

Mobilità, l’impegno europeo: duemila bus a zero emissioni entro il 2019

(Staffetta Quotidiana) – Le città europee e la Commissione Ue hanno firmato una dichiarazione congiunta con cui si impegnano a mettere su strada entro il 2019 almeno duemila nuovi autobus a zero emissioni. L’impegno, preso in occasione della plenaria del Comitato europeo delle Regioni (CdR) di giovedì scorso e presentato dalla commissaria ai Trasporti Violeta Bulc, si è concretizzato in una dichiarazione comune firmata da 24 città, 12 regioni, 3 organizzazioni dei trasporti, 11 aziende e 5 associazioni di vario tipo (disponibile in allegato). Per l’Italia sono coinvolte il Friuli Venezia Giulia e le città di Milano e Pisa, alle quali potrebbero aggiungersi presto anche Parma e Genova. Solo il 10-12% dei 200mila bus pubblici attualmente in circolazione in Europa utilizza carburanti alternativi. L’impegno è ad aumentarne la quota fino al 25% entro il 2025. Per farlo, nessun nuovo finanziamento Ue sarà messo a disposizione, ma il documento parla di opportunità d’investimento per più di 1 miliardo di euro. Lo scopo è creare una piattaforma per aiutare gli enti locali a trovare fondi Ue ma anche permettere loro di ottenere prezzi vantaggiosi dalle industrie produttrici grazie a ordini programmati o collettivi. “Spero che i bus ‘verdi’ siano solo il primo passo” per “diminuire l’inquinamento da CO2 e il rumore nelle città”, auspica la commissaria Bulc. “L’iniziativa dimostra che la fornitura di trasporti a basse emissioni” e la “protezione del nostro ambiente comincia nelle regioni e nelle città”, dichiara il neopresidente del CdR, Karl-Heinz Lambertz.



EFC21 - European Fuel Cell - Naples December 2021
close